• Ingrandisci carattere
  • Dimensione predefinita
  • Riduci carattere
Home

Non riesco a spedire la posta!

E-mail Stampa PDF

Ecco un problema che si presenta soprattutto agli utenti meno esperti, e che è da ritenersi altamente bloccante. La causa principale è, per esperienza, quasi sempre indipendente dall'applicativo Outlook e soprattutto legata alla configurazione oppure ai provider di posta. Vediamo di approfondire il tema...

Per prima cosa occorre ricordare che la spedizione della posta verso Internet (posta in uscita) e lo scaricamento della posta sul proprio client di posta (posta in arrivo) sono due processi distinti e che si basano su protocolli e su servizi differenti. Non è quindi così strano che in alcuni casi funzioni perfettamente uno e non l'altro, e non è detto che la soluzione per un problema sia anche la soluzione per l'altro. Questo articolo cerca di approfondire l'argomento della spedizione.

Quando ci si limita a segnalare che ci sono problemi nella spedizione della posta si fa, purtroppo, una segnalazione piuttosto generica che potrebbe avere diverse cause e di conseguenza non esiste un unico modo per risolvere il problema. Bisogna in questi casi indagare ulteriormente ed individuare con precisione la causa.
Questo articolo si ripropone di dare alcuni suggerimenti, sulla base delle cause più comuni.

 

Problemi con il server SMTP

In parecchi casi il problema è da ricercare nella non corretta configurazione dell'account di posta.
Cosa si può controllare? Sicuramente la prima cosa da fare è verificare come è impostato il parametro "server di posta in uscita", indicato anche come "server SMTP" all'interno della configurazione di ciascun account (vedere immagine sotto).

Questa configurazione si trova in "Strumenti -> Account di posta elettronica... -> Visualizza o cambia gli account di posta elettronica esistenti -> [NomeAccount] -> Cambia…" ed il campo va riempito con il nome del server indicato dal provider di posta elettronica. Se il campo è vuoto o non siete sicuri della configurazione, controllate sulle pagine del sito web del vostro provider di posta elettronica.

Non sempre però questo è sufficiente ed anzi, un'altra causa molto frequente di malfunzionamento sempre legata alla configurazione del server di posta in uscita (SMTP), dipende da una serie di restrizioni che il provider di posta potrebbe aver adottato. Per poter ridurre le attività di SPAM ed agevolare le indagini da parte delle autorità competenti nella lotta contro questa "piaga moderna" (lo SPAM), i provider di posta impediscono l'utilizzo del proprio server SMTP nei casi di utenti che non sono riconosciuti.

Come si fa ad essere riconosciuti?
In alcuni casi basta connettersi ad Internet attraverso una connessione offerta dallo stesso provider. Ad esempio se si possiede una mailbox @Libero.it si può configurare il server di posta in uscita (SMTP) con l'indirizzo "mail.libero.it" (come indicato sul sito web di Libero) e questo funzionerà solamente se la connessione ad Internet avviene tramite una connessione Libero/Wind. Se la connessione avviene ad esempio tramite Alice di Telecom, la configurazione del server SMTP come suggerito da Libero non funzionerà.
In altri casi, per essere riconosciuti, esiste un meccanismo di autenticazione SMTP (login e password, vedere immagine sotto) che permette di farsi riconoscere ad ogni invio (ad esempio Gmail.com o Tiscali.it). Controllate sul sito web del provider di posta se e quali metodi sono adottati dal vostro specifico provider di posta.

In genere esiste questa "regola" che permette di risolvere il problema: impostate come indirizzo del server di posta in uscita quello del provider che vi connette ad Internet, non importa se utilizzate una casella di posta di un provider differente. Ad esempio se vi connettere ad Internet con il provider Libero/Wind, e volete inviare posta usando la casella di posta di Tin.it, impostate come server di posta in uscita per l'account di Tin.it l'indirizzo del server SMTP di Libero.

Un'altra causa potenziale della mancata spedizione è legata al fatto che il provider di posta potrebbe permette l'uso del servizio tramite Outlook (o più in generale tramite un programma mail-client) solamente se si è acquistato un servizio a pagamento (è il caso di Libero.it. o di Hotmail.com). In questi casi la configurazione dell'account richiederà espressamente il riconoscimento tramite autenticazione SMTP (vedere punto precedente).

Problemi con componenti aggiuntivi

In altri casi il problema non è nella configurazione dell'account di posta, e la causa è da ricercare in una "interferenza" o in una errata configurazione di un componente aggiuntivo come ad esempio l'antivirus che controlla la posta in uscita. Le operazioni di spedizione in questo caso prevedono che Outlook invii la posta all'antivirus locale (sullo stesso computer) e che sia poi questo componente ad inviare la posta verso Internet. Se c'è qualche problema di configurazione o di funzionamento dell'antivirus è possibile che la posta non venga correttamente gestita e che quindi non parta...

In altri casi ancora la causa è da imputare a componenti aggiuntivi che si frappongono tra Outlook ed il server di posta SMTP (per esempio per la protocollazione dei messaggi, o per l'aggiunta di un disclaimer personalizzato, ecc.); in linea generale bisognerà capire se esiste qualche componente che si inserisce a quel livello ed indagare ulteriormente tramite i suoi log applicativi oppure provando ad escludere in maniera selettiva un componente alla volta.

Problemi di networking

Altro punto di verifica: il firewall locale (cioè installato sullo stesso computer dove è presente Outlook) oppure di rete (per esempio nei casi di rete aziendale) potrebbero essere configurati per bloccare ogni comunicazione che transita sulla porta 25 (quella usata dal protocollo SMTP) impedendo il raggiungimento del server di posta. Alcuni firewall e meccanismi di protezione sono anche in grado di bloccare un singolo applicativo (per esempio il firewall di WindowsXP e Windows Vista hanno questa potenzialità). Bisognerà quindi controllare la configurazione di questi applicativi e/o coinvolgere il proprio amministratore di rete per individuare eventuali blocchi di questo tipo.
Per gli utenti più esperti: l'uso di un comando TELNET indirizzato verso il server SMTP sulla porta 25 permette di verificare (almeno a livello di porta) se la comunicazione è bloccata. Il comando da lanciare è:

 TELNET   [ServerSMTP]   25

(dove [ServerSTMP] è il nome del server SMTP a cui si vuole inoltrare la posta).

Altro problema di networking potrebbe essere correlato ad un problema di risoluzione del nome del server (risoluzione DNS). In questi casi la verifiche richiedono un minimo di competenza tecnica per controllare la configurazione del computer in termini di indirizzamento IP (nello specifico l'impostazione del server DNS), ed eventualmente per controllare che il server DNS risolva correttamente l'indirizzo del server (l'uso del comando "NSLOOKUP" può essere di estremo ausilio).

 

Per altri casi specifici bisogna eseguire una serie più approfondita di controlli.
In molte occasioni il messaggio di errore che si riceve può essere di enorme importanza perché è in grado di fornire dettagli specifici per capire quale sia il reale problema o almeno per restringere il campo su una serie ridotta di potenziali cause.


Ultimo suggerimento: per spedire la posta dovete essere collegati ad Internet. Avete verificato se tutto funziona?

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 07 Settembre 2010 10:13 )