• Ingrandisci carattere
  • Dimensione predefinita
  • Riduci carattere
Home gli Articoli Gestione e normale operatività Versioni di Outlook e curiosità

Versioni di Outlook e curiosità

E-mail Stampa

Qualche curiosità relativamente ai numeri di versione di Outlook:

  • Quali sono le versioni di Outlook?
  • Perchè la numerazione inizia con la 8.0? ...e perchè non esiste la versione 13.0?

 

Per vedere il numero di versione basta usare il comando "File -> Guida" e controllare sul lato destro della finestra di Outlook. Oltre al numero di versione (principale e secondario) è visibile anche la versione di piattaforma (32-bit e 64-bit).

 

Per vedere il numero di versione basta avviare Outlook ed utilizzare la voce di menù "? > Informazioni su Microsoft Office Outlook".

La finestra di dialogo che comparirà avrà nella parte più alta sia il nome che il numero di versione.

Il numero di versione è usato per marcare i files di installazione e viene utilizzato anche nel Registry di Windows per la memorizzazione delle informazioni. Un esempio potrebbe essere questa chiave:

 HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\ [versione] \Outlook

in cui [versione] assume uno dei valori della seguente tabella:

Outlook 97 8.0
Outlook 98 8.5
Outlook 2000 9.0
Outlook XP/2002 10.0
Outlook 2003 11.0
Outlook 2007 12.0
Outlook 2010 14.0

 

La storia delle versioni

Outlook fu introdotto per la prima volta in Office 97, con il numero di versione 8.0.

La numerazione di versione in Office aveva già evitato i numeri 5 e 6, perchè con Office 95 (versione 7.0) tutte le applicazioni inserite nel pacchetto avevano cominciato a condividere lo stesso numero. Prima di allora Word era il prodotto con il numero di versione più alto, 6.0, e quindi il numero successivo (7.0) venne usato per la numerazione di tutti i prodotti inseriti nella suite.

Outlook 97 rimpiazzò le applicazioni Schedule+ ed Exchange Client che erano rispettivamente distribuite con Office e con Exchange Server.

Prima di Outlook 97 erano già comparsi dei programmi con il nome di "Outlook", inseriti in Exchange. I loro nomi erano: "Outlook per MS-DOS", "Outlook per Windows 3.x" ed "Outlook per Macintosh", e nel mondo Mac "Microsoft Outlook 2001 per Macintosh" che successivamente venne cambiato in Entourage. Ciascuna di quelle versioni aveva un proprio numero, ma nessuno aveva a che fare con l'attuale schema di numerazione.

Outlook 98 fu inizialmente distribuito come prodotto gratuito da scaricare, e rimase successivamente come aggiornamento gratuito per gli utenti di Outlook 97 aggiungendo nuove funzionalità (la principale delle quali era il supporto di account diversi da quello Exchange). Ma la sua durata fu abbastanza breve (poco tempo dopo venne rilasciato Outlook 2000).
Siccome il suo rilascio venne gestito al di fuori del normale ciclo di rilasci di Office, il numero di versione di Outlook 98 non assunse una numerazione completa, e per questo motivo si giustifica il numero 8.5.

Per quanto riguarda invece il numero 13, Microsoft scelse di non adottare tale numero di versione in maniera scaramantica, dando ascolto ad una vecchia superstizione e passando direttamente al numero 14 per tutta la suite di Office, anche se dichiarò che tale decisione era da considerarsi un caso eccezionale e che non esisteva alcuna "policy aziendale di superstizione" e che ci sarebbero stati altri prodotti che avrebbero adottato tale numero.
La cosa stupisce forse di più gli Italiani che non gli Americani, visto che non è raro trovare negli USA grattacieli in cui il tredicesimo piano è assente (o meglio: è un piano di servizio, ma senza alloggi) e molte compagnie aeree non prevedono sui loro apparecchi una numerazione dei posti con fila 13 e/o 17. smiley

 


 Alcune parti di questo articolo sono state estratte e tradotte da altra fonte. Potete trovare i riferimenti originali qui:
 

Autore / Author: msOutlook.info Team
Fonte / Source: www.msOutlook.info
Titolo / Original title: Outlook versions and trivia
Link: http://www.msoutlook.info/question/200
Lingua / Language: Inglese / English
Data / Date: 14/11/2009

   Nota: questo articolo è stato tradotto in lingua italiana con il permesso dell'autore.

   Note: this article was translated with author's permission. You can find original one and further updates at link above.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 01 Settembre 2010 17:25 )